Mostra dedicata a Leonardo

Vi mostriamo in anteprima le opere pittoriche realizzate da alcuni soci ed amici della Famiglia Artistica Milanese e che faranno da cornice all’evento di domani sera.

“La violenza contro le donne”

La Famiglia Artistica Milanese organizza la Mostra di Pittura e Fotografia allo Spazio Culturale SeiCentro  “La violenza contro le donne”

La Panchina Rossa, un simbolo per dire NO alla violenza sulle donne. Con il Patrocinio del Municipio 6 del Comune di Milano.

L’inaugurazione è programmata per il 1° marzo in via Savona 99 a Milano, ore 18:00.

La Mostra proseguirà fino all’11 marzo.

Espongono gli Artisti: Giansisto Gasparini, Tina Perini, Sandra Rigo, Flavia Somasca, Maddalena Succi, Davide Parenti, Bruno Pellegrini, Mariarosa Tavazzani, Massimiliano Zangrando, Speranza Maria Caleca Casale, Antonio Cosimato, Rosalba Perucchini ed Alessia Pedrazzini.

Il giorno 8 marzo “Festa della donna” è in programma una Conferenza, alle ore 17:45, con lo scopo di sensibilizzare le donne che subiscono violenze a rivolgersi ai centri specializzati di sostegno.

Interventi: Rita Barbieri – Assessore al Welfare Coesione Sociale, Diritti e politiche di Genere; Stefania Bartoccetti – Fondatrice di Telefono Donna; Daria Colombo – Delegata del Sindaco di Milano alle Pari Opportunità. Parteciperà anche Jasmine Irani, autrice iraniana del libro “L’abbraccio della signora Sole”.

 

Le ragazze tra i murales di Tor Marancia

Anche questa è Arte. Ovviamente.

Arte a servizio della riqualificazione urbana, per diminuire il disagio sociale, formando coscienze sensibili alla comunicazione ed al dialogo culturale.

Colori e forme, pensieri e sensazioni… per rendere vivi vecchi grigi muri. Non più perimetri di isolamento bensì orizzonti per pensieri nuovi.

La moda nell’800

“Essere eleganti” è un concetto che richiede un benessere sociale ed economico affinché ci si possa “porre” questo quesito. Le classi “ricche” o perlomeno agiate di due secoli fa, ossia del’800, erano sicuramente pompose, attente all’apparenza, alla “moda”, allo stile importato dalla Parigi di quegli anni.

Ovviamente ben altro era il modo di abbigliarsi delle classi medie ed ancora differente di quelle povere. Altro elemento di differenziazione era se si era cittadini o campagnoli… se si era borghesi o militari.

Abbiamo tratto questa galleria di immagini da una serie di Riviste e Pubblicazioni dell’epoca per rappresentare al meglio lo stile che regnava in quel periodo.