Paesaggio ed Arte

I romantici del XVIII secolo formularono un’estetica del paesaggio fondato sul duplice aspetto di bello/idilliaco e sublime/potente. Wordsworth (1770-1850) e Goethe (1749-1832), vedevano la Natura come una comunità di esistenze; un sistema di rapporti interdipendenti ed equilibrati che non possono essere intaccati senza risultarne modificati o distrutti. Constable (1776-1837) e Turner (1808-1879) rappresentavano l’irruenza delle poderose forze fisiche come l’impeto dell’acqua degli oceani. Se si pensa all’idea che gli intellettuali avevano del giardino, si nota come fosse radicata la necessità di trovare una sintesi tra Natura e cultura. Il giardino paesaggistico infatti offrì ai romantici un mondo ideale capace di registrare al suo interno tutta la gamma delle emozioni di un individuo.

Il paesaggio pittorico creato già dalla fine del ‘700 in Inghilterra dai preromantici, doveva essere frastagliato ed irregolare, creando un senso di smarrimento e mistero. Molti studiosi hanno evidenziato come l’attenzione verso un paesaggio drammatico, soprattutto lo scenario alpino, era diventata una moda nell’aristocrazia europea della seconda metà del XVIII secolo. La parola aristocrazia in questo caso è più che giusta dato che gli intellettuali ne facevano parte quasi tutti; tuttavia Gilbert Murray (1866-1957), studioso inglese, aveva sottolineato i forti legami emotivi che avevano coloro che crescevano o vivevano a lungo in zone montane o costiere. In quel periodo ad esempio, i medici non capivano perché dei giovani svizzeri che lavoravano in città tedesche, si ammalassero misteriosamente.

La diagnosi era stata infelicità o “male svizzero”, causato dalla separazione dal paesaggio alpino della loro terra d’origine.

Tuttavia, la Natura è sempre stata sorgente d’ispirazione e seduzione per l’Uomo, indipendentemente dalle epoche e ciò si è manifestato in modo eclatante durante il romanticismo. E’ romantico il concetto per cui nessun elemento può essere separato dall’interezza della Natura e che l’Uomo separato dalla Natura perde la sua essenza vitale. Dalla filosofia idealista creata dai romantici americani del XIX secolo nacque il trascendentalismo, che vide come esponente più rappresentativo Ralph Waldo Emerson (1803-1882). Questi ha celebrato la Natura come flusso dell'”essere”, divina, ma allo stesso tempo imperfetta e da trascendere per una ricerca dell’ordine perfetto da parte dell’Uomo.

Tornando alla Natura di Thoreau, vista nella sua unità, varietà e intensità, essa abbraccia tutti gli esseri viventi in un senso di parentela; San Francesco d’Assisi gli aveva insegnato che la Natura rappresentava una famiglia universale, una “comunità dell’amore” che l’avrebbe salvato dal finire imprigionato in una coscienza individuale. La profonda religiosità romantica, infatti, non pulsava tra le mura di una chiesa ma nel manifestarsi quotidiano della divinità nella vita, per tale motivo Thoreau, naturalista passionale, raccomandava di conoscere la Natura nel senso più elementare del termine, assaggiandola “con i denti, la lingua, l’intestino”, ingurgitandola nell’io e fondendo l’io in essa.

Il primo a tradurre in pittura l’ideale romantico fu il tedesco Caspar David Friedrich (1774-1840). Nella sua pittura sono espressi con equilibrio senso del mistero, emozioni e amore per il grande spettacolo della Natura. In Inghilterra, Joseph Mallord William Turner e John Constable si distinsero per l’eccezionale sensibilità nel dipingere paesaggi. Si diffusero le teorie del Pittoresco, alla base del quale vi era un’interazione positiva tra l’Uomo, la Natura ed il Sublime; tale interazione privilegiava la contemplazione dello scatenarsi degli elementi di una Natura ostile.
Friedrich fu il pittore che per primo entrò nel clima del Romanticismo…

Fonte:
“Uomo ambiente e sviluppo”
di Dario Giardi, Valeria Trapanese
Geva Edizioni

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...