Mostra d’arte contemporanea “The sound of silence” a Torino Esposizioni

Abbiamo il piacere di indicarvi la mostra d’arte contemporanea “The sound of silence”, che si terrà dal 4-8 novembre a Torino Esposizioni a cui, fra gli altri illustri ospiti, parteciperà la nostra amica Claud Hesse.
La Mostra è a cura di Noemi Aiolo e Cristina Derusticis. Ecco cosa riporta il sito “Paratissima”:
Definire il silenzio è un ossimoro, un paradosso perché troppe parole ci vorrebbero per esprimerne l’essenza.
Non esiste definizione univoca e oggettiva, il silenzio è ben altro della semplice assenza di rumore. Non lo si può creare: si presenta, accade.
Forse il sostantivo tedesco Stille che comprende sensazioni come calma, pace e quiete riesce ad avvicinarsi al concetto di silenzio.
Immagini ermetiche, ma ricche di suggestioni e poteri evocativi, provano a dar forma all’intangibile.
Abbandonare la logica e i sensi per instaurare con le opere un dialogo muto, in cui il silenzio è protagonista rivelatore.
The Sound of Silence, una dimensione afona e isolata dove ritrovare se stessi e percepire ciò che il silenzio ha da dire.

Pio Monti Claud Hesse Maurizio Mochetti 2014-2015

Pio Monti
Claud Hesse
Maurizio Mochetti
2014-2015


Claud Hesse parteciperà con un “trittico”.
Il DNA-PORTRAIT è l’evoluzione dei lavori sul DNA, realizzati da Claud Hesse sin dall’inizio, ed in cui un team di genetisti collabora con tale progetto artistico per la realizzazione di veri e propri ritratti del genotipo.

Il DNA reale viene estratto da persone, e non solo, e viene sublimato in DNA-PORTRAIT ARTISTICO!

In una sorta di “rivoluzione Copernicana” dell’immagine e dell’immaginario collettivo viene stravolto il concetto comune del ritratto. Mentre, finora, infatti, i ritratti hanno riguardato la rappresentazione, più o meno realistica, del fenotipo, come noi appaiamo, quindi, nella realtà che ci circonda, che è, però, anche inesorabilmente soggetto al mutare del tempo e con esso muta, con il DNA-PORTRAIT l’intento è quello di rappresentare non più il fenotipo ma il genotipo, ovvero il codice nascosto che determina la maggior parte delle nostre caratteristiche fisiche e comportamentali. Una volta estratto il DNA viene rielaborato e fotografato dall’equipe di genetisti in laboratorio (naturalmente nel totale rispetto della privacy) per passare, poi, nelle mani, anzi, prima di tutto nella mente dell’artista… L’immagine scientifica è il punto di partenza, dunque, di un processo creativo fatto di intuizioni, suggestioni, risonanze, che permette a Claud Hesse di realizzare una trasposizione figurativa del mero dato scientifico, creando di fatto un’immagine in sequenze e ritmi musicali visivi personalizzati, un “RITRATTO ETERNO”.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...