Maria Luisa Gavioli: una breve sintesi

La bellissima soprano

La bellissima soprano

Nata a Ferrara, ma milanese di adozione, fu incoraggiata a seguire gli studi di canto dal maestro Vittore Veneziani che ascoltandola, rimase colpito dalla sua estensione vocale definendola: “una voce naturale fatta apposta per cantare”.
In quegli anni Maria Luisa Gavioli era impiegata presso la Banca della Agricoltura a Ferrara ed il direttore le concede permessi per prendere lezioni di canto al conservatorio Frescobaldi, preparandosi a superare gli esami per il biennio.
Promossa, si trasferisce a Milano iscrivendosi al terzo anno presso il conservatorio Giuseppe Verdi, avendo tra i suoi insegnanti Ines Maria Ferraris per il canto ed il maestro Bruno Bettinelli per il solfeggio ed armonia.
Diplomata con brillanti risultati viene segnalata dal direttore del conservatorio Pick Mangiagalli per una borsa di studio presso l’accademia del “Teatro alla Scala”.
Studia canto con Giulia Tess, Carmen Melis, Gina Cigna, Aureliano Pertile.
Per la danza è seguita dalla maestra Mazzucchelli. Supera la severa selezione, su 150 partecipanti solo tre verranno scelte: nella commissione esaminatrice illustri nomi come Ildebrando Pizzetti, Umberto Giordano ed Arturo Toscanini.
Il debutto è in “Lucia di Lammermoor “ di Donizetti al Teatro Grande di Brescia con il tenore Gianni Raimondi.

Canta nei maggiori teatri italiani ed europei con un repertorio operistico che spazia da Mozart, Rossini, Verdi, Puccini ed altri grandi compositori classici, fino all’interpretazione di opere moderne, spesso in prima assoluta.
Aveva all’attivo 39 opere eseguite e 68 in repertorio, ha partecipato a recital ed opere trasmesse sia in radio presso la Rai, Radio Montecarlo, Radio Monteceneri, ed in televisione presso Rai e BBC di Londra.
Ha cantato con i più grandi interpreti della lirica: Beniamino Gigli, Gino Bechi, Mario Del Monaco, Giuseppe Di Stefano, Tancredi Pasero, Carlo Bergonzi, Tito Schipa, Ferruccio Tagliavini, Giulietta Simionato, Gianna Pederzini, Magda Olivero, Renata Tebaldi, Antonietta Stella, Silvana Zanolli, Aldo Protti, Mario Filippeschi, Otello Borgonovo e tanti altri famosi artisti.
Nella vasta ed interessante carriera artistica vissuta dalla nostra socia Maria Luisa, evidenziamo alcuni dei tanti significativi momenti.
Nel 57 al teatro Fraschini di Pavia esegue la “Manon” di Massenet, con Giacinto Prandelli e la preparazione scenica del soprano Mafalda Favero (socia della Famiglia Artistica Milanese); inaugura il festival dei Due Mondi a Spoleto con “Lo frate ‘nnamurato” di Pergolesi diretto dal maestro Gerelli con la regia di Franco Zeffirelli.
Nel 58 al Teatro Comunale di Bologna esegue l’opera “La guerra” del maestro Rossellini con la regia di Sandro Bolchi; nella stagione 1958 al Teatro alla Scala esegue l’opera “La donna è mobile” di Malipiero diretta dal maestro G.A. Gavazzeni con la regia di Enriquez.
Nella stagione 1959 canta alla Scala di Milano l’opera “Il cappello di paglia di Firenze di Nino Rota, diretta dal maestro Sanzogno con la regia di Giorgio Strehler.
Nel 1960 inaugura la stagione del “Maggio Musicale Fiorentino” con l’opera “Una notte in paradiso” di Bucchi diretta dal maestro Rivoli, con la regia di Filippo Crivelli.

Partecipa ad una tournèe di due mesi in Irlanda ed Inghilterra scritturata dall’impresario Gorlinsky, che a seguito del grande successo di critica e pubblico, e al caloroso consenso a Lei tributato presso il Royal Festival Hall di Londra, decise di proporle un contratto di sette anni presso la casa cinematografica Paramount per film musicali, ma che la Gavioli non accettò per motivi famigliari.

Per la casa discografica Cetra ha inciso “L’impresario delle Canarie” di Padre Martini con il baritono Otello Borgonovo.

Maria Luisa Gavioli non solo fu una cantante di successo con una voce straordinaria, ma è anche stata una donna solare, spontanea e di grande amabilità. Ha fatto parte del direttivo della Famiglia Artistica Milanese con l’incarico di organizzare le manifestazioni musicali, e presso la nostra associazione ha dipinto acquarelli e decorato ceramiche, ha frequentato l’accademia di Brera per quattro anni studiando acquarello ed olio con il professore Sponziello.

Marco Bigoni, Figlio di Maria Luisa

2 pensieri su “Maria Luisa Gavioli: una breve sintesi

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...