Biodiversità nella scienza e nell’arte

Qui la Locandina dell’eventoBiodiversità, Scienza, Arte

Sviluppare il pensiero critico nella scienza e l’arte, per promuovere la comprensione della complessità degli equilibri naturali che generano la diversificazione del sistema vivente, quale risposta evolutiva ai cambiamenti dell’ambiente, è lo scopo della giornata dedicata a:BIODIVERSITÀ NELLA SCIENZA E NELL’ARTE
10 marzo 2010
c/o Sala Ferri, Vieusseux Palazzo Strozzi Piazza Strozzi 1, Firenze (IT)

L’incontro è organizzato, per l’Anno Internazionale della Biodiversità (http://www.cbd.int/2010/welcome), da EGOCREANET ON-NSA Network c/o laboratorio Ricerca Educativa Dipartimento di Chimica – Università di Firenze, in collaborazione con Consorzio Eurosportello Confesercenti e TINNOVA Azienda Speciale delle Camere di Commercio di Firenze e Prato.

ISCRIZIONI
Per iscriversi è necessario inviare una e-mail a gallerini@eurosportelloconfesercenti.it
Ad iscrizione avvenuta sarà inviata una e-mail di conferma. Per motivi organizzativi l’iscrizione è obbligatoria.
La partecipazione è gratuita.

DESTINATARI
Ricercatori, Docenti Universitari, Amministratori e funzionari pubblici operanti nel campo della ricerca, dell’innovazione, dello sviluppo tecnologico e dell’ambiente, Associazioni di imprese, Aziende e professionisti, consulenti, giornalisti.

2 pensieri su “Biodiversità nella scienza e nell’arte

  1. COMUNICATO STAMPA .
    Paolo Manzelli (pmanzelli@gmail.com)
    LOCANDINA: http://www.zoomedia.it/scienze/egocreanet/settimana_scienza/10/manzelli10.pdf
    INCONTRO sull’Anno Internazionale sulla BIODIVERSITA ‘

    Virtual transgene

    – La conservazione e la generazione della biodiversità è una necessità fondamentale dello sviluppo della vita sul nostro pianeta che in questo 2010 viene ribadita da convenzioni internazionali e dalla normativa europea, nazionale e regionale.
    – A Firenze al Vieusseux (Sala Ferri) discuteremo pertanto di tale tematica che per quanto sia considerata di grande rilievo , sembra purtroppo non aver alcun valore nell’ ambito dei mass media se non nei casi in cui la speciazione viene fatta dalle moderne biotecnologie che vanno ad alterare quelle suddivisioni tra le specie naturali.
    – I rischi derivanti dal BIO-inquinamento, possono essere incontrollabili , perche non sappiamo bene come speciazione ottenuta con metodi di “Trial and Error”, con tecniche Bio-tech, possa diffondersi nell’ ambiente e modificare l’ ecosistema naturale in modo irreversibile.
    In verita’ le biotecnologie mancano di un effettivo sviluppo teorico sulle scienze della vita e quindi sugli sviluppi della biodiversita. Infatti per quanto si parli molto di genetica ancora non sappiamo cosa sia un gene ne dove sia allocato. Inoltre spesso si considera solo il DNA Nucleare ( n.DNA , quello prodotto dalla unione dei due sessi) e non si comprendono a fondo le interazioni tra n.DNA ed il il DNA- Mitocondriale ( di escusiva derivazione femminile).I mitocondri funzionano come orologi molecolari in quanto regolano la produzione di energia ( Produzione di ATP) mediante il processo i “respirazione cellulare” ed altre attivita’ metaboliche.

    In particolare all’ Incontro Fiorentino sulla BIODIVERSITA nel settore scientifico segnalo , la Relazione del Prof. Vincenzo Vecchio trattera della “Patata Trangenica AMFLORA” ( priva di Amilosio), prodotta dalla BASF, che e stata modificata dalle biotecnologie , per facilitare la produzione industriale della Carta, e che pertanto non dovrebbe essere edibile.
    Dal punto di vista della contaminazione tra Arte e Scienza segnalo la relazione dell’ artista Roberto Denti su “Arte Quantistica”, che propone un manifesto finalizzato alla ricerca di nuove ispirazioni e nuovi modelli di riferimento, perche’ scienza ed arte vivano al passo con i tempi, favorendo innovazioni e scoperte capaci di dare un forte impatto al cambiamento per lo sviluppo della bio-diversita’

    – Questa e le altre tematiche reperibili nella locandina verranno trattate in modo “trans-disciplinare” nell’ incontro che propone una riflessione coscienziosa sugli sviluppi congiunti tra arte e scienza in un nuovo contesto che permane di antica memoria “Rinascimentale”, anche in quanto e’ favorito dal luogo dell’ incontro in Palazzo Strozzi al Vieusseux ( sala Ferri), un ambiente storico eccezionale che certamente sara da stimolo alla emergenza di un nuovo Rinascimento Fiorentino degli anni “Dieci” .

    http://www.vieusseux.fi.it

    Mi piace

  2. Il giorno 18 marzo 2010 18.53, Paolo Manzelli ha scritto:
    Cari amici e colleghi ,

    con questa mia cerco di spiegarvi la necessita di favorire un profondo cambiamento concettuale ( vedi di seguito le indicazioni preliminari del nuovo incontro su:
    ” I Super Alimenti e la Biodiversita “, da tenersi a Firenze entro il 15 Giugno 2010 .

    La Comunita Europea con l’ anno della Biodiversita tende a rilanciare negli anni “10” la Knowkedge Based Bio-Economy (KBBE) che ha avuto un estremi ritardo nei precedenti anni “00”, ormai vissuti. La KBBE infatti si basa su un profondo cambiamento che si accentra sul management sostenibile delle risorse biologiche, della terra , e del mare , proprio in quanto la civilta’ meccenica della epoca industriale e omai in netto declino. Lo sviluppo del GREEN & BLUE BIOTECH per la produzione di materiali biotecnologici (di cui abbiamo accennato nel Precedente incontro su Biodiversita nella scienza e nell’ Arte del 10/03/10 a Firenze) , si basa sulla trasformazione e sviluppo delle scienze della vita tra esse la “nutrigenomica e la nutraceutica” di cui ci stiamo interessando promuovendo il network NUTRA-SCIENZA.
    In particolare la perdita ed anche la estinzione di BIODIVERSITA e le nuove possibilita di speciazione con le applicazioni delle biotecnologie pongono vari problemi scientifici ed etici , proprio a riguardo del controllo del eventuale bio-inquinamento che si puo verificare nell’ Humus e nella modifica genetica dei batteri che agiscono simbioticamente nell’attuazione del nostro metabolismo alimentare. ( vedi la relazione di Massimo Pregnolato) . http://www.edscuola.it/lre.html,
    Dal precedente incontro e’ stato facile renderci conto come normalmente siamo impreparati a capire la problematica della BIODIVERSITA’ nel contesto dello sviluppo delle KBBE . Infatti gia’ quando facciamo riferimento al concetto di “Specie” pensiamo a quelle che si riproducono sessualmente sia nel mondo animale che vegetale che quindi possono incrociarsi creando una unica specie differenziata all’ interno , ma che si evolve senza incrociarsi con le altre specie. Differentemente le Biotecnologie , vanno a superare le barriere tra le specie, mescolando elementi del DNA di specie evolutivamente lontane, e cio’ costituisce un problema di grande portata che necessita di una profonda attenzione e sviluppo della ricerca, in specialmodo di quella pubblica, per evitare forme irreversibili ed incontrollabili di Bio-inquinamento.
    Come inizio di una attenta riflessione dobbiamo capire che lo stesso concetto di specie, a cui normalmente facciamo riferimento, non ha un valore universale .
    Infatti non e applicabile a molti microorganismi ( batteri,funghi ecc..) che non hanno una distinzione di sesso e quindi non si riproducono sessualmente. I microorganismi infatti specie quelli che vivono in abbondanza nell’ humus della terra e nel plancton del mare, possono subire piu facilmente mutazioni . Infatti i ceppi di micro-organimi non sono mai di una stessa “specie” , ma convivono in ecosistemi che posseggono differenti strutture del DNA che non e protetto da cambiamenti come lo e’ il DNA degli organismi superiori.

    E quindi una questione di responsabilita la insistenza con cui sto proponendovi nel realizzare un secondo incontro sul tema della BIODIVERSITA’ questa volta in relazione ai SUPER ALIMENTI ( cioe alimenti arricchiti e migliorati elle loro proprieta nutrizionali) sia naturalmente ottenibili che con l’ utilizzazione di varie forme di manipolazione biotecnolgica. )

    Spero pertanto , come sempre e stato il avere il vs appoggio e attiva partecipazione proprio per diffondere e disseminare le nostre proposte che non sono solo una troppo semplice negazione , ma vogliono essere una responsabile e cosciente risposta ad un cambiamento epocale che per molti aspetti e’ ineluttabile .

    Un caro saluto. Paolo 18/MARZO/ 2010
    @@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@@
    INFORMAZIONI PRELIMINARI Ricerca di Partenariato per realizzare un incontro a carattere divulgativo sul tema :

    ” NUTRA-SCIENZA: I SUPER ALIMENTI e la BIO-DIVERSITA ”

    Nutra-Scienza e’ il network per gli sviluppi della Nutrigenomica e della produzione Nutraceutica , vedi http://www.unifi.it/dipchimica/CMpro-v-p-212.html

    Chi volesse collaborare puo’ indirizzare un e mail a per definire il programma trans-disciplinare dell’ incontro sul tema :

    I SUPER ALIMENTI e la BIO-DIVERSITA

    La iniziativa sara finalizzata alla valorizzazione Ricerca Scientifica e Innovazione della PMI nel quadro dello sviluppo della Knowledge Based Bio Economy. (KBBE) cioe la economia non piu basata su industria meccanica , lavoro, capitale, ma su: conoscenza , idee, ed innovazione produttive nel settore della scienze della vita. Attualmente l’ scontiamo in Europa un profondo ritardo nell’ adeguamento della nostra cultura a tele cambiamento epocale. Sappiamo comunque che le opportunita di sviluppo della KBBE passano attraverso un interfacciamento ed un confronto trans-disciplinare capace di far crescere una ampia comprensione delle strategie di transizione tra la obsolescente societa’ industriale che oggi conducono ad un cambiamento produttivo basato sugli sviluppi biotecnolgici delle scienze della vita e delle nanoscienze.
    In questo contesto e’ necessario sottolineare che il trasferimento tecnologico e’ oggi strettamente correlato all’evoluzione culturale ed economica nelle modalita’ diffusione e di condivisione cosi come abbiamo iniziato sviluppare responsabilmente nel network NUTRA-SCIENZA in una serie di incontri a partire dal 2009.
    Il focus della discussione del prossimo incontro sul tema :”NUTRA-SCIENZA: I SUPER ALIMENTI e la BIODIVERSITA” , che fa seguito al precedente incontro sulla Biodiversita (10/Marzo/10), sara teso a favorire un atteggiamento critico costruttivo a riguardo dei “super-alimenti” ottenuti con le tecnologie genetiche e transgeniche dai vari punti di vista che trattano del rapporto costi/benefici in relazione alle prospettive di cambiamento della biodiversita nell’ ecosistema contemporaneo.
    In particolare l’ impegno dei partner sara finalizzato ad coordinare la loro capacita di disseminazione scienze della vita ed in particolare della innovazione nel settore agro-alimentare e salutistico. La comprensione di come arginare la perdita di Biodiversita’ e’ divenuta oggi estremamente necessaria, proprio in quanto la sola conservazione del germoplasma esistente, comporta il rischio di mantenere la già notevole uniformità genetica nelle coltivazioni mondiali con conseguente ulteriore perdita di biodiversità della vita sulla terra. D’altro canto nuoce strategie bio-tecnologiche di speciazione si affidano a nuovi metodi senza avere conferma sull’ impatto che possano avere nel lungo termine di modifiche che spesso varcano i limiti naturali di distinzione tra le specie viventi.

    Pertanto coloro che si trovino d’ accordo sulla necessita di riflettere sui temi indicati come obiettivi della manifestazione su I SUPER ALIMENTI e la BIODIVERSITA, i quali giocano un ruolo chiave nel quadro degli sviluppi della societa della conocenza condivisa, possono far conoscere fin da oggi la loro intenzione a collaborare alla iniziativa prevista per il Prossimo GIUGNO 2010 a Firenze.

    Note : Si intende per super -alimenti gli elementi che posseggono un profilo nutrizionale bio-attivo capace di favorire la espressione genetica facilitando la rigenerazione cellulare ed il rafforzamento del sistema immunitario.Nell’ incontro si precisera’ la distinzione tra gli OG “m” = Organismi Geneticamente “migliorati” # da OG “M” = Organismi Geneticamente “Modificati”.
    Biblio on Line:http://www.egocrea.net/BIODIVERSITÀ_NELLA_SCIENZA_E_NELL_ARTE.pdf
    http://www.biodiffusion.it/articolo17.htm ; http://pico.sssup.it/files/allegati/2009_5887.pdf ;
    http://www.ipn.uni-kiel.de/eibe/UNIT09IT.PDF; http://www.catconfesercenti.it/alimentandoweb/06_biotech.htm#inizio
    paolo manzelli pmanzelli@gmail.com ; http://www.edscuola.it/lre.html ; http://www.egocrea.net 16/MARZO/2010

    Preliminari Adesioni

    Prof. Vincenzo Vecchio – Presidente CeRA – Universita di Firenze. http://www.polosci.unifi.it/upload/sub/ricerca/ricerca_09/centri/CeRA_09.pdf
    Prof Pietro Tonutti, Scuola Superiore Sant’Anna -Pisa
    Prof Pier Domenico Perata , Scuola Superire Sant’ Anna Pisa http://www.sssup.it/perata
    Prof. Claudio Malagodi , Universita Scienze Gastronomiche BRA- CN ; http://www.unisg.it/welcome_eng.lasso
    Prof. Andrea Pieroni , Universita Scienze Gastronomiche BRA- CN ;
    Dr. Giovanni Povero- Agricultural Sciences – Sant’ Anna School of Advanced Studies (Pisa). http://www.plantlab.sssup.it/povero


    PAOLO MANZELLI
    Director of LRE/EGO-CreaNet – University of Florence
    DIPARTIMENTO DI CHIMICA ,
    POLO SCIENTIFICO 50019 -SESTO F.no- 50019 Firenze- Via Della Lastruccia 3 -room: 334: Phone: +39/055-4573135 Fax: +39/055-4573077
    Mobile: +39/335-6760004
    E-mail: LRE@UNIFI.IT ;
    pmanzelli@gmail.com
    http://www.wikipazia.org
    http://www.egocreanet.it/Postnuke/html/
    http://blu.chim.unifi.it/group/education/index.html
    http://www.edscuola.it/lre.html
    http://www.egocrea.net/
    http://www.esserebelli.net

    Mi piace

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...