R.A.I. contro Novecento

A seguito alla seconda mostra del «Novecento italiano» organizzata a Milano nel 1929, Arturo Francesco Della Porta, in contrasto con essa, invita tutti gli artisti ad aderire al nascente movimento «Risorgimento Artistico Italiano» (R.A.I.).
Arturo Francesco Della Porta (scrittore teatrale e letterato milanese, interventista e patriottico) che ricopre all’epoca il ruolo di critico del milanese «Il Giornale degli Artisti», fa appello sin dalla fondazione del movimento di serrare le fila contro il «Novecento» dilagante e pretenzioso, impadronitosi di tutti i poteri artistici (Accademia, Sindacati, Gallerie d’Arte).
La prima riunione del nascente movimento, indetta «nelle sale della Famiglia Artistica che gentilmente aveva data cordiale ospitalità», come ha raccontato lo stesso Della Porta su «Il Giornale degli Artisti» del 24 aprile 1929, viene disdetta all’ultimo momento in quanto non autorizzata dal Prefetto e dal Questore di Milano.
Su «Cimento» Della Porta ha scritto: «Invitiamo tutti gli Artisti seri ad aderire al Risorgimento Artistico Italiano unitamente al quale questa Rivista in comunità di intenti combatte le stupidaggini novecentiste – futuriste e simili […]».
La costituzione ufficiale del movimento avviene nel giugno 1929 a Verona; Della Porta è segretario del R.A.I. e «fra gli aderenti al movimento ci sono fascisti di alta e stimata fede».

fonte: Percorsi di critica: un archivio per le riviste d’arte in Italia dell’Ottocento e del Novecento – a cura di Rosanna Cioffi, Alessandro Rovetta

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...