Ugo Vittore Bartolini

Ugo Vittore Bartolini nacque a Firenze nel 1906.
Nel 1924 iniziò gli studi alla Scuola Professionale delle Arti Decorative di Santa Croce.
Il pittore Aldo Carpi e lo scultore Libero Andreotti furono tra i suoi più importanti maestri.
Arrivò a Milano nel 1934 avendo ottenuto, per concorso, la nomina per la Cattedra di Figura disegnata del Liceo Artistico dell’Accademia di Brera.
La sua opera lo inserì nella cosiddetta Generazione di Maestri di luce.
Nel 1958 conseguì la Medaglia d’oro al I Premio della Famiglia Artistica!
Si spense a Milano l’11 febbraio del 1975.

La tavolozza ripulita

“O perché non te la scrivi da te la presentazione?” – rispose un amico pittore al quale Bartolini aveva chiesto il solito favore di due righe — “Eppure tu sei toscano; lo saprai bene quello che devi dire.”
Invece l’artista si sentì subito sgomento: “Come si fa a dire tutto quello che si pensa del proprio lavoro? Si rischia di presunzione. D’altra parte, cosa si può dire di nuovo sulla pittura? …
Per cercare di essere più compreso, ripeterò che l’emozione da me provata alla vista di figure e motivi della natura, mi ha spinto con vero entusiasmo a ritrarli. E aiutato da quelle cognizioni indispensabili, conquistate, piano piano con fatica, durante molti anni di lavoro, ho cercato di realizzare nel miglior modo possibile le sensazioni che l’emozione mi ha procurato. Perché il difficile, a mio avviso, sta tutto qui… In tempi così pieni di tanti modi di dipingere, e quindi di pensare e chiacchierare, sembrerebbe assai arduo l’orientarsi… Ma ciò sarà possibile, se il pittore non si lascerà sedurre dalle troppe, seppur affascinanti idee in circolazione o da uno dei tanti manierismi di seconda mano. Oh Dio, tutto può essere utile purché si sappia distinguere, bene, le autentiche lezioni da quelle grame. Ma oggi, io penso, la lezione migliore si avrà, solo, ascoltando profondamente se stessi.”

Con la nomina per la Cattedra di Figura a Brera, in quell’ambiente di pittori che sono rimasti lungamente fedeli al vero, aveva trovato il suo porto sicuro.

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...