Adolf Hohenstein: un pioniere del manifesto

Cultura chiama cultura.

Arte chiama arte.

La Famiglia Artistica Milanese non solo ha unito alcuni tra i migliori artisti nelle varie discipline artistiche, ma ha dato “lavoro” a dei veri geni. E’ il caso di Adolf Hohenstein, ritenuto internazionalmente un pioniere del manifesto! Nato a San Pietroburgo nel 1854, da genitori tedeschi, Adolf Hohenstein si è formato artisticamente nella grande Vienna, dove la famiglia si trasferisce nello stesso anno della sua nascita. E’ qui che compie i suoi studi di pittura presso l’Accademia.

L’abitudine ai frequenti viaggi, propria della sua famiglia d’origine, gli si trasmette in questo suo continuo desiderio di muoversi e conoscere, quasi in preparazione al “grande passo” che compirà intorno ai vent’anni verso l’Italia Settentrionale. Lo spirito di avventura tipico di un diciottenne lo porta ad attraversare le Alpi con mezzi di fortuna in direzione di Milano.

Questa è la prima sosta di Adolf Hohenstein nella città lombarda che non è solo considerata il centro industriale e commerciale più importante del nuovo Stato italiano, ma ne viene assumendo ogni giorno di più il ruolo dirigente nella vita culturale del paese. L’unica traccia che documenti questo suo arrivo è curiosamente un manifesto ideato per la Famiglia Artistica Milanese nel 1879 e un altro realizzato per l’Indisposizione di Belle Arti ne segnerà il ritorno.

E’ il sodalizio con Giulio Ricordi a fargli conseguire un ruolo di primo piano tra i pionieri del manifesto pubblicitario. Nell’atelier delle Officine grafiche Ricordi, dove svolge l’attività di un vero e proprio moderno “art director”, coordinando la promozione editoriale delle produzioni musicali, il talento di Hohenstein investe di sé le copertine dei libretti e degli spartiti, locandine, cartoline sino ai famosi manifesti pubblicitari. Nascono, infatti, in questo contesto quelli più celebri realizzati per le opere di Puccini, come la Bohème, la Tosca, Madama Butterfly e quelli per il Falstaff di Verdi e l’Iris di Mascagni.

approfondimenti: “Un pioniere del manifesto: Adolf Hohenstein (1854-1928)”

Un pensiero su “Adolf Hohenstein: un pioniere del manifesto

  1. Pingback: Art Blog » Adolf Hohenstein: un pioniere del manifesto

Rispondi

Effettua il login con uno di questi metodi per inviare il tuo commento:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...