Cose che sembrano altre cose

L’ASSOCIAZIONE ARTISTI del QUARTIERE GARIBALDI
c/o Spazio: Arte come linguaggio e poi..
via Varese, 6 – Milano (MM 2 Moscova)

presenta la mostra

“Cose che sembrano altre cose”

espone
T I N A    P E R I N I

Inaugurazione: martedì 2 Aprile 2019 ore 18.30

La mostra rimarrà aperta fino al 13 Aprile 2019
Orario dalle 16,30 alle 19,00 – domenica chiuso
Ingresso libero

 

Mostra Strada Facendo

Le strade della vita possono dirigersi in ogni direzione. Alcune volte i nostri sentieri si intersecano e da quel momento si diventa compagni di viaggio.

STRADA FACENDO vent’anni di cammino insieme alla Galleria degli Artisti, in via Nirone 1 a Milano, dal 9 al 23 marzo 2019 Alessandra Arecco, Elena Breda, Emanuela Albertella e Rosalba Perucchini espongono le loro Opere.

Locandina_dell’evento

Franco Riccardi ed il mito del Milione

La vita offre inaspettati momenti di contatto, bisogna osare e farli propri.
Eravamo al vernissage di una singolare mostra in un contesto ancora più originale: la Profumeria Maia, di via Fracchia a Tortona, ha infatti ospitato – nella settimana precedente alla festa dedicata a San Valentino – una rassegna di Arte contemporanea dove hanno esposto Fabio Bertoni, Roberto Bottone e l’amico della Famiglia Artistica Milanese Fabrizio Falchetto; tema trainante, l’amore.
Il locale ha fatto da splendida cornice all’evento. Le opere, i profumi, la simpatia dei presenti hanno creato una miscela di empatia e passione che hanno avvicinato i cuori ed incoraggiato al chiacchierare.
È stato in questo contesto che ho conosciuto Franco Riccardi. Lo stesso viene così descritto in un articolo giornalistico tratto dal quotidiano La Repubblica: “collezionista d’arte con un passato da broker, oggi è il direttore di un museo personale, dedicato alla sua grande passione: l’astrattismo in Italia e dintorni, a partire dal boom degli anni Trenta fino al neocubismo del dopoguerra, con un ricco epilogo votato alle neoavanguardie, fra arte povera e concettuale”. Ci ha allietato con alcuni aneddoti personali.
Passione e competenza sono state le prime sensazioni che mi ha trasmesso mentre lo ascoltavo per cui ho osato e gli ho chiesto la disponibilità di arricchire questo nostro sito dedicato all’arte ed alla Famiglia Artistica con un proprio racconto di vita vissuta.

Eccolo, scritto per noi di suo pugno!

Il mito del “Milione”

La Galleria Del Milione è una pietra miliare. Per la prima volta in Italia nel !934 si inaugura una mostra dedicata all’astrattismo. L’Italia fascista insorge, il pubblico non è preparato, non importa che il “movimento” sia già ben noto in Europa ed un’opera per quanto non particolarmente significativa di Kandisky avesse fatto il giro del mondo.
Tre artisti conferiscono le loro opere, Ghiringhelli (proprietario e fondatore della Galleria), Reggiani e Bogliardi.
Sì sono in un certo senso pezzi di antiquariato, poche opere in un mare procelloso che rapidamente spariscono dalla circolazione.

Oreste Bogliardi

Sì ma per il collezionista attento è proprio tutto questo che rende queste opere di grande interesse come il “penny black” per un filatelico. E così dopo quarant’anni mi ritrovo con un’opera anni trenta di Reggiani e una di Ghiringhelli ma per Bogliardi non c’è nulla da fare e sì che è geograficamente vicino a noi (nato a Portalbera) e alcuni suoi pezzi si vedono in continuazione, in importanti collezioni private, musei ma per il resto niente da fare. Leggo tutto il leggibile e scopro che si era trasferito a Rapallo ed aveva frequentato la galleria “Rotta” di Genova una galleria d’arte storica e famosa. Mi metto in contatto con loro è il 1987 ma la delusione è cocente.
Mi dicono… “sì abbiamo avuto anni fa un paio di opere di Bogliardi, una l’abbiamo anche venduta, poi più nulla, ha prodotto pochissimo”. Non rimane che rassegnarsi.
È il 2018, un amico mi telefona per dirmi che la casa d’asta “Il Ponte” mette in asta un’opera di Licini degli anni trenta. Gli avevo detto che era quasi impossibile trovare opere di quegli anni e da buon amico aveva voluto farmi la segnalazione.
Incuriosito vado a vedere su internet e scorrendo tra le varie opere in esposizione rimango impietrito: Oreste Bogliardi, 1934 opera esposta alla prima mostra del Milione.
Mi precipito a vederla, l’opera è significativa, chiedo di poterla vedere il retro, è lì che si scopre la verità vera. Tra le altre etllichette ne trovo una con scritto a penna sbiadito “prima mostra del Milione Reggiani, Bogliardi, Ghiringhelli, 1934.
L’inseguimento è finito.
Ha ragione chi dice che bisogna avere pazienza.

Mostra “Arte insieme”

 

Mostra “Arte insieme”

 

Il GAR – Gruppo Artistico Rosetum ha organizzato, presso la Galleria Velasquez, la Mostra “arte insieme” dal’9 marzo al 20 marzo. Il Centro Francescano Culturale Artistico Rosetum, nato nel 1968 è un importante punto di riferimento culturale per la città di Milano. La Famiglia Artistica Milanese ha aderito a questa iniziativa.

Espongono gli Artisti di:

  • Associazione il Sestante
  • Famiglia Artistica Milanese
  • Gruppo Cesare Frigerio
  • Gruppo Sirio
  • Il Settantasette
  • U.C.A.I. Unione Cattolica Artisti Italiani

L’allestimento della Mostra è stato programmato per l’8 marzo. Gli Artisti della Famiglia Artistica: Massimiliano Zangrando, Tina Perini, Sandra Rigo, Liliana Ravalli, Maddalena Succi, Mariarosa Tavazzani, Adriana Toscani, Alessandra Arecco hanno già confermato la loro presenza espositiva. Si invitano gli altri Soci ad aderire con proprie opere.

“arte insieme”, il manifesto dell’evento

“La violenza contro le donne”

La Famiglia Artistica Milanese organizza la Mostra di Pittura e Fotografia allo Spazio Culturale SeiCentro  “La violenza contro le donne”

La Panchina Rossa, un simbolo per dire NO alla violenza sulle donne. Con il Patrocinio del Municipio 6 del Comune di Milano.

L’inaugurazione è programmata per il 1° marzo in via Savona 99 a Milano, ore 18:00.

La Mostra proseguirà fino all’11 marzo.

Espongono gli Artisti: Giansisto Gasparini, Tina Perini, Sandra Rigo, Flavia Somasca, Maddalena Succi, Davide Parenti, Bruno Pellegrini, Mariarosa Tavazzani, Massimiliano Zangrando, Speranza Maria Caleca Casale, Antonio Cosimato, Rosalba Perucchini ed Alessia Pedrazzini.

Il giorno 8 marzo “Festa della donna” è in programma una Conferenza, alle ore 17:45, con lo scopo di sensibilizzare le donne che subiscono violenze a rivolgersi ai centri specializzati di sostegno.

Interverranno: Rita Barbieri – Assessore al Welfare Coesione Sociale, Diritti e politiche di Genere; Stefania Bartoccetti – Fondatrice di Telefono Donna; Daria Colombo – Delegata del Sindaco di Milano alle Pari Opportunità. Parteciperà anche Jasmine Irani, autrice iraniana del libro “L’abbraccio della signora Sole”.

Vi aspettiamo numerosi!

Che cos’è la tiorba?

CHE COSA è LA TIORBA?

…se ne parlerà nella rassegna “ Autunno Musicale 2018”, sabato 10 novembre ore 16, presso il Teatro della Casa di Riposo “ Pietro Zangheri”, in via Fausto Andrelini 5, Forlì.

Il soprano Elena Salvatori e Massimo Martino alla tiorba, oltre ad illustrare la storia dello strumento, eseguiranno musiche di Händel,Frescobaldi , Monteverdi.

I concerti dell’Autunno Musicale 1918, si concluderanno alla Zangheri, sabato 17 novembre ore 16, con la partecipazione  del “ Trio Morino “ :  chitarra Paolo Benedetti, viola Mascia Turci, flauto Elisa Venturini; tiorba Massimo Martino ;  pianoforte Alioscia Marabini  e Annamaria Cortini; soprani Elena  Salvatori e la nostra socia ed amica Wilma Vernocchi.

Ingresso libero al pubblico (per informazioni tel 0543-32594)

Questa è il  volantino Autunno Musicale

 

Archivio Storico della Famiglia Artistica Milanese

E’ con enorme piacere e soddisfazione che vi annunciamo la messa in linea del nuovissimo sito internet creato per permettere a tutti, studiosi e amanti dell’Arte, amici della Famiglia Artistica Milanese e/o semplici curiosi, di conoscere il patrimonio documentale ed artistico custodito nel nostro “Archivio Storico”. 

La Famiglia Artistica Milanese è una associazione culturale senza fini di lucro, apolitica.
La nostra storia comincia nel 1872 quando il fondatore, Vespasiano Bignami, decide di chiamare a raccolta gli artisti milanesi per la costituzione di un nuovo sodalizio, la Famiglia Artistica, che nascerà ufficialmente il 13 gennaio 1873.
Con una storia centenaria la Famiglia ha attraversato tutto il novecento e, si potrebbe dire, tenuto per mano tutte le generazioni di artisti lombardi e non, dall’epoca della scapigliatura sino ad oggi.

Per scoprire di più visita il nostro “Archivio Storico On Line